I Pareri Ministeriali

Recentemente è stato sollevato il dubbio che l'utilizzo di tali strumenti sia illegittimo, ma deriva da una scorretta interpretazione dei pareri ministeriali, documenti consultabili a questo indirizzo.
I BOX NON NECESSITANO DI OMOLOGAZIONE! Quando uno strumento non è presente nel Codice della Strada non significa che sia illegittimo, significa che il Legislatore non ha ritenuto importante regolarne forma e modalità d'utilizzo e ne ha lasciato piena libertà operativa ai produttori ed agli utenti dello strumento stesso. Infatti vi sono sul mercato decine di tipologie di box contenitori di velox, tra loro estremamente differenti per forma e dimensioni e NESSUNO DI QUESTI DEVE ESSERE OMOLOGATO:

Le considerazioni sopra espresse trovano pieno ed indiscutibile conforto nel Parere del Ministero Infrastrutture e trasporti n° 0010258 del 04/02/2008 rilasciato in seguito a specifico quesito.

Oggetto: rallentatori di velocità a cabina
. . . a) i manufatti indicati nella nota di riscontro non possono essere definiti "apparecchiature di controllo della velocità", trattandosi di meri contenitori o simulacri.
b) tale fattispecie non è soggetta ad approvazione.
. . .

Il parere ministeriale n.5589 del 18.09.2013 è stato spesso mostrato in trasmissioni televisive ed è stato letto solo parzialmente compromettendone la corretta interpretazione. Trovate qui la forma integrale
Il tecnico ministeriale ribadisce che il manufatto non è sottoposto a omologazione, perché non ne necessita. Se così non fosse sarebbe alquanto bizzarro che il successivo paragrafo si intitoli "Impiego legittimo delle medesime" dove il tecnico spiega che tali manufatti possono essere utilizzati come contenitori di misuratori di velocità di tipo approvato, né più né meno di quello che fanno! Il Legislatore continua dicendo che possono essere installati su qualunque tipo di strada, nel rispetto delle modalità di rilevazione chiarite dal Codice della Strada, né più né meno di quello che fanno!